Benvenuto da Würth Italia Solo per professionisti con P. IVA
Punto di ancoraggio WCLMxxI
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 1
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 2
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 3
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 4
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 5
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 6
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 7
Punto di ancoraggio WCLMxxI - 8

Selezionare i singoli articoli nella tabella seguente per maggiori informazioni, ulteriori immagini e documenti.

Punto di ancoraggio WCLMxxI

Linea vita robust - sistemi di protezione anticaduta

Leggi la descrizione del prodotto

Disponibile nelle versioni 4

Effettua il login per visualizzare i prezzi

Solo per utilizzatori professionali

Registrati ora per accedere ad oltre 125.000 prodotti.

Altre varianti

Solo per utilizzatori professionali

Registrati ora per accedere ad oltre 125.000 prodotti.

Servizio Clienti: 0471 828 000 anche su Whatsapp  

Effettua il login per visualizzare i prezzi

Punto intermedio con passapalo



Rivetti di fissaggio WRIV(forniti con il prodotto)



24 specifici rivetti strutturali in alluminio Ø 7,7 x 27,7 mm



Componente specifico per il fissaggio su lamiere grecate (passo 193, 224, 256 o 336 mm) o di altro tipo purché sia garantito il corretto appoggio della superficie dei pattini



Fissaggio al supporto in lamiera esclusivamente mediante utilizzo degli specifici rivetti WRIV (forniti con il prodotto)



In caso di caduta il dispositivo di ancoraggio può deformarsi ed è idoneo a resistere ad un carico nominale di arresto caduta di 1200 daN



Il dispositivo di ancoraggio può essere utilizzato per opera-zioni di salvataggio solo ed esclusivamente nel campo dei propri limiti operativi e se integro



Vantaggi dell’acciaio inox A2 (AISI 304):


  • rimane inalterato nel tempo in quanto resistente alla corrosione da esposizione agli agenti atmosferici

  • per caratteristiche intrinseche del materiale è in grado di dissipare maggiore energia in caso di caduta rispetto all’acciaio zincato, riducendo le azioni sui fissaggi e sulla struttura di collegamento
Indicazione

Materiale base:


I test di certificazione dei dispositivi di ancoraggio sono stati effettuati su un pannello coibentato di spessore 30 mm con lamiera d’acciaio di spessore 0,5 mm, con il bordo strutturalizzato su una superficie di 1 m² e fissato direttamente su un supporto ad elevata rigidezza (acciaio). Si ricorda che la norma UNI 11578 al punto 7 specifica che i risultati di prova non forniscono informazioni in merito alla capacità della struttura di assorbire i carichi che possono svilupparsi in esercizio. Sarà cura del progettista verificare che la condizione di installazione sia riconducibile alle tipologie di materiale base sopra indicato e valutare la capacità di assorbimento dei carichi di arresto caduta da parte della struttura



Fissaggio:


Il fissaggio dei dispositivi di ancoraggio deve essere effettuato appoggiando i pattini sulle greche della lamiera (passo 193, 224, 250 o 336 mm) o in alternativa su lamiere di copertura piane che garantiscano una corretta superficie di appoggio dei pattini. Il fissaggio al supporto in lamiera deve essere realizzato utilizzando obbligatoriamente 24 rivetti in alluminio WRIV Ø 7,7 x 27,7 mm(forniti con il prodotto), impegnando tutti i fori presenti sui pattini. I rivetti devono essere inseriti nei fori Ø 7,8 mm realizzati sulla lamiera mediante utilizzo esclusivo della punta elicoidale HSS Ø 7,8 mm (specifica per i rivetti WRIV e presente nel Kit WRIVKS) e tirati con la rivettatrice a leva WRVL. Per facilitare l’installazione dei rivetti in fase di montaggio è possibile ruotare il golfare con riduttore integrato. La strutturalità del fissaggio ed il fissaggio del dispositivo devono essere verificati mediante calcolo o prove da un tecnico abilitato



Componenti ad alto rischio installativo:


I componenti hanno superato positivamente i test certificativi sia statici che dinamici per 3 utilizzatori contemporanei. Nella fase progettuale e successivamente in quella installativa è obbligatorio che ricorrano condizioni tali per cui il materiale base possa essere considerato strutturale. In difetto è necessario eseguire un’accurata progettazione e successivamente la messa in opera di rinforzi strutturali (ad es. mediante strutturalizzatori WLMS e/o WLMS170,) . Si ricorda che le coperture in lamiera sono particolarmente soggette a dilatazioni termiche; eventuali strutturalizzazioni ne devono tenere conto



Montaggio della linea sui dispositivi di estremità e intermedio:


La linea di ancoraggio deve essere intestata mediante l’apposito Kit di intestatura WLAKITLM), che comprende 1 tenditore WTD12, 1 grillo WGRL e 2 attacchi bicono WAQLOCK. La fune va agganciata da un lato al golfare del primo punto di estremità mediante la forcella del tenditore, e dall’altro lato al golfare del secondo punto di estremità mediante il grillo. Il punto intermedio con passapalo deve essere installato in modo che la fune attraversi l’unghia (fig. A)



Utilizzo di linea di ancoraggio multitratta:


Tratte immediatamente adiacenti non possono essere utilizzate contemporaneamente. Ad esempio, ipotizzando una linea con 3 tratte, potranno essere utilizzate contemporaneamente la 1a e la 3a tratta, ma non la 1a e la 2a tratta



Intervento dei riduttori di tensione integrati:


In caso di caduta i riduttori di tensione integrati sui WCLMxx e WCLMxxR si distendono (fig. B) rompendo il rivetto di sicurezza. E’ quindi obbligatorio effettuare un’ispezione straordinaria prima della rimessa in esercizio dell’impianto



Dati di caduta:


I valori di caduta (freccia, tiro e angolo di tiro) variano a seconda del punto di ancoraggio e della lunghezza della linea di ancoraggio. I valori di caduta sono richiedibili all’indirizzo e-mail: linea.vita@wuerth.it



Certificazioni:


La linea di ancoraggio è stata sottoposta alle prove di tipo previste dalla norma UNI 11578:2015 ed è conforme al tipo C. E’ idonea all’utilizzo da parte di max. 3 operatori contemporaneamente connessi tramite opportuni DPI. La validità delle certificazioni decade qualora il prodotto venga disassemblato, alterato, modificato o non correttamente installato. Certificazioni scaricabili dal sito: www.wuerth.it/lineavita



Ispezione periodica:


L’impianto anticaduta è soggetto ad ispezione periodica obbligatoria ad intervallo non superiore a 2 anni per i controlli relativi al sistema di ancoraggio e non superiore a 4 anni per i controlli relativi alla struttura di supporto e agli ancoranti, come previsto dalla norma UNI 11578:2015



Consultare le pagine informative, il manuale d’installazione ed uso ed il libretto d’impianto forniti insieme ai prodotti e scaricabili dal sito: www.wuerth.it/lineavita



Garanzia:


10 anni sui materiali (dalla data di acquisto)

Di tipo C secondo UNI 11578:2015